Il nostro progetto educativo

L’antropologia cristiana, cioè il Vangelo di Gesù Cristo e la Tradizione della Chiesa, è il quadro di riferimento sul quale si fonda l’impostazione della Scuola: i fini e le modalità pedagogiche fanno, cioè, riferimento alla visione cattolica della persona, della famiglia e dell’ educazione.
Di conseguenza, particolare attenzione viene data alla dimensione etica e religiosa della crescita umana; l’insegnamento della religione cattolica, cui è riservato uno spazio adeguato nell’arco dell’anno, insieme alla proposta di esperienze celebrative significative, è considerato un mezzo privilegiato per orientare e sostenere il compito formativo.
Il clima generale di familiarità, permeato dallo spirito evangelico di libertà e carità, costituisce uno degli impegni primari che le suore e tutto il personale cercano di custodire e incrementare, per favorire la crescita e la formazione dei bambini secondo gli autentici valori umani ed evangelici.
In secondo luogo, lo specifico carisma carmelitano della Congregazione – centrato sull’unione con Dio e su un impegno concreto di carità tra i fratelli – orienta la nostra azione educativa all’accoglienza e alla custodia della vita, soprattutto dei più piccoli; l’ esperienza e la santità della Fondatrice, Beata Teresa Maria della Croce, è un’ulteriore occasione di trasmissione dei valori umani e cristiani.
Per questa sua identità, la Scuola si propone di:

  • aiutare il bambino a conoscere, valorizzare, esprimere se stesso
  • far crescere ciascun alunno come persona libera e responsabile attraverso i valori culturali e spirituali
  • valorizzare le esperienze prescolastiche di ogni bambino
  • aiutare il bambino a rapportarsi con gli altri maturando atteggiamenti di fratellanza e di accoglienza verso tutti alla luce del messaggio evangelico
  • insegnare al bambino ad esplorare la realtà, a descriverla e ad apprezzarla sviluppando il senso estetico
  • custodire e formare la dimensione spirituale insita in ciascun individuo, nel rispetto delle diverse appartenenze religiose
  • promuovere una autentica collaborazione con le famiglie per ottimizzare il compito educativo e per costruire una vera comunità educante. A tale scopo opera da anni, nella Scuola, l’Associazione dei genitori “San Giuseppe”, che si propone di accompagnare e sostenere l’attività educativa con varie modalità e forme di partecipazione

Sono finalità comuni a tutte le attività e discipline:

  • UGUAGLIANZA: nessuna discriminazione del servizio scolastico può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche
  • IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ: i soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità; la Scuola garantisce la regolarità e continuità del servizio e delle attività educative
  • ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE di genitori ed alunni, con particolare riguardo all’ingresso alle classi iniziali ed alle situazioni di rilevante necessità (stranieri, portatori di handicap….)
  • PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA E TRASPARENZA: la Scuola deve garantire la massima semplificazione delle procedure ed un’informazione completa e trasparente; l’orario di servizio deve uniformarsi a criteri di efficacia, flessibilità nell’organizzazione dei servizi amministrativi e dell’attività didattica; la Scuola garantisce ed organizza concrete modalità di aggiornamento del personale
  • CONTINUITÀ FORMATIVA: la Scuola deve individuare ed elaborare strumenti per garantire la continuità educativa tra i diversi ordini e gradi di istruzione, al fine di promuovere un armonico sviluppo della personalità degli alunni
  • AMBIENTE E RISORSE: la Scuola deve impegnarsi affinché l’ambiente scolastico sia pulito, accogliente e sicuro